Sabato 8 e Domenica 9 giugno
“VOLONTARI IN FESTA”
LA FESTA IN PIAZZA ORGANIZZATA DALLA MISERICORDIA DI SETTIGNANO

Lo scopo non è quello di ricavare qualche euro da destinare ai servizi della Misericordia, ma piuttosto di richiamare l’attenzione sull’importanza del volontariato, specialmente nella società attuale. Come credenti sappiamo che il primo ed essenziale comandamento per il cammino di fede è quello dell’Amore. “Amerai il tuo Dio con tutta la tua mente e con tutte le tue forze”. Il secondo: “Amerai il prossimo tuo come te stesso”, dà credibilità al primo. Amare è capacità di dono senza chiedere nulla in cambio, di accoglienza verso il prossimo senza riserve, di disponibilità all’ascolto fraterno ed al consiglio senza presunzione, è com-passione (condivisione della sofferenza e del dolore) senza commiserazione. E’ una testimonianza che dobbiamo dare particolarmente oggi come al tempo delle prime comunità cristiane: “erano assidui nell’ascoltare la parola degli apostoli, nella unione fraterna, nella frazione del pane e nella preghiera” (At. 2, 42). La Misericordia dovrebbe essere, all’interno della comunità settignanese, uno degli esempi concreti di “unione fraterna”. Non per nulla si chiama con-fraternita! Se non cerchiamo di vivere in un clima di fraternità, non possiamo recitare il Padre Nostro con coerenza: rischiamo di essere in contraddizione con noi stessi e di dire soltanto parole vane. La festa dei volontari, allora, vuol essere soprattutto questo: un appello festoso rivolto a tutti i settignanesi, giovani o meno giovani e a quelli che verranno da altre parti della città, a dare un po’ del loro tempo libero per essere al servizio di chi ha bisogno, proprio come si fa (o si dovrebbe fare) tra fratelli e sorelle. La S. Messa delle ore 11 di domenica 9, prevista nel programma, sarà in suffragio di tutti i fratelli e le sorelle della Misericordia defunti.



1 - 2 - 3 - 4